obiettoredicoscienzaecittadinodelmondomotopaciciclifistanonviolento

Se non ora, quando? Se non qui, dove? Se non io, se non tu, chi?

Chi siamo? Da dove veniamo? Dove andiamo? Due parole sui motopaciciclifistinonviolenti

Questo blog InMotoperlaPace vuole essere un metaluogo di incontro tra persone che si sentono accomunate dalla passione per le due ruote e da una apirazione alla pace ed alla noviolenza. Il nome scelto riesce a rappresentare i due concetti fondamentali della filosofia di fondo di queste pagine: InMotoperlaPace può essere letto sia come in movimento per la pace che in motocicletta per la pace; ovvero la pace è un obiettivo verso e per il quale muoversi e può esistere un modo di vivere la propria personale passione per le due ruote che sia esso stesso motore attivo di questo muoversi verso e per la pace.

Vuoi poter inserire tuoi post su questo blog o essere avvisato ogni volta che c'è un nuovo post?

Collegata a questo blog esiste una mailing list creata su yahoogroups.
Tutti gli interventi inviati a questa mailing list ed approvati dai moderatori, verranno poi pubblicati su queste pagine con indicazione dell'autore/trice; viceversa tutti i post inseriti direttamente su queste pagine (non i commenti agli stessi) verranno poi inviati in mailing list.
Per iscriversi alla mailing list basta inviare una mail all'indirizzo:

inmotoperlapace-subscribe@yahoogroups.com

e poi seguire le semplici istruzioni illustrate nella mail che riceverete in risposta.
Per dubbi e/o problemi con l'iscrizione scrivetemi a guernica_70@yahoo.it

Campagna Io Non Voglio Morire

Questo blog aderisce alla campagna Io Non Voglio Morire

giovedì 31 luglio 2008

Richiesta di solidarietà dai motociclisti USA

Hola carissim*,
il Coordinamento Motociclisti ci segnala un appello lanciato da alcune organizzazioni USA per i diritti dei motociclisti inmerito all'azione di lobby che stanno conducendo contro una risoluzione presentata da un politico della Pennsylvania, la quale esclude i motociclisti dall'assistenza sanitaria pubblica (che, come si sa, negli USA è già piuttosto limitata anche se varia da stato a stato) in quanto considerati soggetti consapevolmente a rischio. In altre parole, se vai in moto ti esponi volontariamente al rischio di farti male, quindi per le cure ti devi arrangiare. Oppure rinunci ad andare in moto.

I motociclisti USA trovano iniquo questo principio e per questo chiedono di sostenere la loro battaglia inviando il messaggio che segue all'indirizzo del politico che ha proposto la risoluzione:

To: mdrozd@alleghenycounty.us
Subject: Defeat Drodz' resolution against motorcyclists

Councilman Drodz's resolution to deny publicly funded health care to motorcyclists is nothing but knee-jerk discrimination that will save neither the public's money nor motorcyclists' lives. I urge Council to take a more responsible course by working with Allegheny County motorcyclists to address the known hazards that cause motorcycle crashes and kill motorcyclists.

Thank you.

Io ho già inviato il messaggio al Signor Drodz ed invito voi a fare altrettanto, anche come forma di cura preventiva: visto che dalle nostre parti la americofilia riguarda sempre e solo gli aspetti più deleteri di quel paese e mai quelli da cui avremmo veramente da prendere ad esempio, non mi stupirebbe per nulla se tra qualche mese un emendamento simile alla risoluzione del Sig. Drodz cominciasse a circolare anche tra i banchi del nostro parlamento.
Lampos a tod*s
↓seppe

1 commento:

Saverio Z. ha detto...

L'ho appena mandata, speriamo!
Ciao Saverio